Category Archives: Evento

All’Inferno Store mostra e fanzine “Tribute to David Lynch”. Dall’8/11

di Matteo Marino
6/11/2018

Una mostra a cura di Rossana Calbi, con le opere di Amalia Caratozzolo e Shone. Dall’8 novembre all’11 gennaio 2019. C’è anche una Fanzine tutta dedicata a Lynch con un pezzo mio. Inaugurazione giovedì 8/11, ore 18.30.

Visto che questo non è l’annuncio di una mostra e basta (con imperdibile Fanzine annessa) ma qualcosa che mi coinvolge personalmente (nella Fanzine c’è anche un mio pezzo inedito su Lynch), prima di darvi tutte le informazioni del caso e di invitarvi all’inaugurazione, vorrei raccontarvi un antefatto. Continue reading

18 e 19 ottobre: a Sassari torna il △△TWIN PEAKS DAY△△

di Matteo Marino
16/10/2018

Lynchiane e lynchiani di Sassari e dintorni, sarò ospite al △△TWIN PEAKS DAY 2018△△ e ne sono entusiasta!

Chi l’anno scorso c’era, al debutto dell’iniziativa, se lo ricorda bene. Quest’anno è giunto il momento di farsi nuovi ricordi. Il Twin Peaks Day torna infatti il 18 e il 19 ottobre. Stavolta si raddoppia (naturale, quando si parla di Twin Peaks) e la kermesse si sviluppa su due giornate piene di presentazioni di libri, proiezioni, mostre e focus tematici tutti dedicati al genio artistico di David Lynch. E cibo (c’è anche la garmonbozia!).

Da parte mia introdurrò i film al Cityplex Moderno (tra cui Mulholland Drive) con la complicità di Francesca Arca e Francesco Bellu, vi proporrò un esperimento di film mentale facendovi “vedere” Ronnie Rocket. Il film perduto, e presenterò il libro I segreti di David Lynch, edito da BeccoGiallo, scritto da me e illustrato da Elisa 2B. E non sarò solo! Al mio fianco ci sarà proprio Elisa, che potrà personalizzare con un disegno ad hoc le vostre copie del libro (che saranno disponibili grazie alla Libreria Dessì), e Stefano Ventura, il mio mitologo personale, che vi parlerà di Lynch tra meditazione trascendentale, Buddhismo e Advaita Vedānta.

E questa è solo una piccola parte del ricchissimo programma, che vi invito a leggere nel dettaglio nel comunicato qua sotto…

Grazie a Daniele Salis e a tutti gli organizzatori e gli artisti coinvolti!

Per chi venisse da fuori Sassari e dovesse pernottare speciale codice promo “Twin Peaks Day” al B&B Piazza Azuni 18, tel. 3403125972 Continue reading

Giveaway: 5 biglietti per vedere al Farnese l’anteprima di “Lucky”

di Matteo Marino
24 agosto 2018

GIVEAWAY

Esce in Italia il film “Lucky”, con Harry Dean Stanton e David Lynch.
E tu, ti senti fortunato?
Il Cinema Farnese, davidlynch.itWanted Cinema regalano 5 biglietti per l’anteprima del 27 agosto (ore 21.40, Campo de Fiori 56, Roma)
Se hai un account facebook puoi partecipare al giveaway! Ecco come…
Continue reading

Il fenomeno Sabrina Sutherland: Twin Peaks in Oceania… e l’Italia chiama!

a cura di Matteo Marino
articolo di Adriano Emi

ENGLISH VERSION HERE

07/08/2018

Un grande lynchiano, Adriano Emi, mi ha segnalato diverse notizie interessanti riguardo il tour di Twin Peaks fortemente voluto dalla produttrice esecutiva Sabrina Sutherland. Adriano, che ha potuto intervistare uno dei curatori del tour, Ben Jackson, e Sabrina in persona durante il Twin Peaks Festival 2018, ha subito accettato la mia proposta di scrivere un resoconto di suo pugno. Qualcosa sta per accadere anche da noi? Buona lettura, lynchiane e lynchiani.

– Matteo

Il 2018 non è stato solo l’anno del più grande Twin Peaks Festival americano (25 celebrities sui luoghi del set!) e del Twin Peaks panel presso il Comic-Con di San Diego: rappresenta anche lo sbarco di tante star della nostra adorata serie in Oceania. Si tratta di un’enorme promozione finanziaria post-object che ci dà grandi speranze sulla possibilità che qualcosa stia bollendo in pentola nell’universo lynchiano. Che i produttori vogliano prima scatenare l’entusiasmo planetario per incentivare e sondare la richiesta di un’altra opera di Lynch o addirittura di un ulteriore seguito di Twin Peaks? La domanda è lecita.

Tutto è iniziato nel giugno scorso, presso il Dark Mofo Festival, in Tasmania, con l’arrivo di Chrysta Bell, Rebekah Del Rio e la costruzione di un Bang Bang Bar: un successo clamoroso di social buzz (soprattutto da parte di chi, per la distanza, non ha potuto partecipare), a cui è seguìto presto un video-annuncio che è circolato nel globo… Continue reading

Chrysta Bell: sognante concerto a Roma, da “Blue Rose” a “Sycamore Trees”

di Matteo Marino
7 maggio 2018

He calls me Blue Rose
My true love
Like clouds you’ll disappear
Yet still i feel you near

Deep in my dreams
My sailor sings
He calls me Blue Rose
Blue Rose

Mi chiama Rosa Blu
Il mio vero amore
Come le nuvole sparirai
Eppure continuo a sentirti vicino

In fondo ai miei sogni
Il mio marinaio canta
Mi chiama Rosa Blu
Rosa Blu

Chrysta Bell è il suo nome d’arte ma anche il suo nome di battesimo, tutto insieme (non solo Chrysta, dunque). È la voce del Polish Poem di INLAND EMPIRE, e da allora è la nuova musa musicale di David Lynch, che ha scritto con lei e per lei tante canzoni. Anziché salire sul palco della Roadhouse insieme ai suoi colleghi musicisti, in Twin Peaks – Il ritorno l’abbiamo vista, fuori dalla sua comfort zone, interpretare l’agente dell’FBI Tamara “Tammy” Preston al fianco di Gordone Cole (David Lynch stesso) e del Sultano dei Sentimenti Albert Rosenfield (il compianto Miguel Ferrer). Ma ci ha raggiunto in Italia nella sua veste di cantautrice per presentare il nuovo EP (Chrysta BellAWAL/Kobalt Music Recordings) uscito il 2 marzo 2018, e lo ha fatto con due concerti, uno a Mestre il 5 aprile e uno a Roma il 21, in cui si è esibita nei quattro pezzi nuovi (Undertow, 52 Hz, Everest e Blue Rose) e in altri brani del suo repertorio (ogni volta che presentava un pezzo di Lynch, ci teneva a precisarlo e a ringraziarlo). Bonus track: la sua interpretazione di Sycamore Trees, mentre sullo schermo dietro di lei venivano proiettate le classiche tende rosse.

È in questa occasione che, a Roma, ho potuto finalmente incontrarla, dopo averla intervistata via mail a fine 2016 (trovate l’intervista qui). Vedendola cantare dal vivo è chiaro perché Lynch abbia detto di lei: «La prima volta che l’ho vista esibirsi, ho pensato che fosse un’aliena. La più bella aliena mai vista». La sua performance è una commistione di grazia e grinta, potenza vocale e parole sussurrate, e la sua presenza scenica è incredibilmente fisica ed eterea insieme. Continue reading