And the Oscar Goes To… David Lynch

di Matteo Marino
28 ottobre 2019

EDIT: In fondo il video della premiazione

Era stato nominato all’Oscar per la miglior regia e la migliore sceneggiatura non originale nel 1981 per The Elephant Man. Era stato nominato all’Oscar come miglior regista per Velluto blu nel 1987. Poi è stata la volta di Mulholland Drive, nel 2002, sempre miglior regia, sempre nessuna statuetta.

Ieri sera finalmente David Lynch ha potuto guardare negli occhi il suo Oscar, quello alla carriera, che gli è stato consegnato alla cerimonia dei Governors Awards, che anticipa gli Oscar 2020 (gli altri premiati sono stati Lina Wertmuller, Geena Davis e Wes Studi).

Accompagnato sul palco da Laura Dern, Isabella Rosselini e Kyle Maclachlan, Lynch ha fatto uno dei più concisi discorsi della storia degli Oscar, e non potevamo aspettarci diversamente… ma attenzione: c’è una versione ufficiale del discorso, come riportato dall’Academy sui suoi social, e la versione che invece sta riportando la stampa…

Disegno di Elisa 2B, l’illustratrice de “I segreti di David Lynch” di Matteo Marino (BeccoGiallo editore)

Cominciamo con la versione non ufficiale:

«All’Academy, grazie per questo onore. E grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato lungo la strada. Congratulazioni a tutti gli altri premiati. Passate tutti una splendida notte. [Guardando la statuetta] Hai proprio una faccia interessante. Buonanotte!»

To the Academy of Motion Picture Arts & Sciences, thank you for this honor, and to all the people who helped me along the road. Congratulations to all the other honorees tonight. And everyone, have a great night. [Looking at the Oscar] You have a very interesting face. Goodnight!

Ma per l’Academy la battuta è un’altra, Cambia solo una parola…

Nella versione ufficiale «Hai proprio una faccia interessante» diventa «Avete proprio dei gusti interessanti».

Un altro mistero di David Lynch. Chi ha visto Twin Peaks – Il ritorno non può che trovare perfetta la circostanza. Scegliete voi se ricordare la versione ufficiale o quella non ufficiale. O tutte e due. E congratulazioni, Maestro.

EDIT. Ecco il video ufficiale della premiazione, con un emozionatissimo David Lynch, preceduto dal discorso di Isabella Rossellini:

I libri di Matteo Marino:

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *