Twin Peaks Poster Ufficiali

I primi due poster ufficiali per il ritorno di Twin Peaks: Cooper e Laura

di Matteo Marino
24 febbraio 2017

Il 24 febbraio 1989 veniva trovato il cadavere di Laura Palmer, wrapped in plastic. Il 24 febbraio 1989, alle 11:30, Dale Cooper fa il suo ingresso a Twin Peaks parlando con Diane nel registratore. Il 24 febbraio è il #TwinPeaksDay.

entering twin peaks

Showtime ha scelto proprio questo giorno per rilasciare i primi due poster ufficiali della terza stagione, dopo tante fan art.
Come ormai sanno anche i sassi scagliati da Dale Cooper, la serie tornerà il 21 maggio con 2 dei 18 nuovi episodi scritti da Mark Frost e David Lynch, tutti diretti da Lynch stesso. In Italia saranno trasmessi praticamente in contemporanea da Sky. Continue reading

Lynch Peaks

Settimana Lynch a Milano: maratona Twin Peaks e film (con sconti per i lettori di davidlynch.it)

di Matteo Marino
21 febbraio 2017

Il CineWanted di Milano ha una bellissima sorpresa per voi: da domani a domenica è la Settimana Lynch – Lynch Peaks, Il che vuol dire 5 giorni di proiezioni dedicate al nostro. Si va dall’imperdibile documentario David Lynch: The Art Life (qui la mia recensione) a Duran Duran Unstaged (che recensivo qui), da Cuore Selvaggio a Lost River, primo film da regista di Ryan Gosling che mi dicono superlynchiano (già dal titolo direi; in fondo potete vederne il trailer). Ulteriore chicca: mercoledì 22 febbraio, prima del documentario (e compreso nel biglietto per il documentario), verrà proiettato il pregevole corto italiano Poems Between Two Worlds – A Symphony of Words for David Lynch di e con Andrea Abbatista (l’ho intervistato qui).  Domenica poi si chiude in bellezza con una maratona di Twin Peaks:

“In attesa della terza stagione, vi aspettiamo domenica 26 febbraio alle 15:30 con caffè americano e cherry pie per rivedere insieme l’intera prima stagione in versione originale”

Un ottimo modo per godersi Lynch sul grande schermo e incontrare tanti lynchiani doc!

Le sorprese non finiscono qui: chi si prenotapromozione@cinewanted.it specificando di essere un lettore di davidlynch.it, usufruirà dell’ingresso scontato: 4€ (al posto di 6) per le singole proiezioni (+4€ tessera associativa Cine-W 2017 obbligatoria per accedere allo spazio cinema, bar ed eventi) e 10 euro (al posto di 15) per la maratona Twin Peaks (tessera associativa compresa nel prezzo). Ricordatevi, lo sconto è valido solo per chi si prenota e richiede questa specifica promozione.
Ringraziamo Wanted e CineWanted per questa fantastica iniziativa e per lo sconto dedicato!

Buone visioni, lynchiane e lynchiani.

Qui di seguito la rassegna nel dettaglio, con date, spettacoli e orari (vi invito a iscrivervi all’evento fb per tenere d’occhio eventuali aggiornamenti, lo trovate qui).

Continue reading

David Lynch The Art LIfe

Perché andare a vedere “David Lynch: The Art Life”, al cinema dal 20 febbraio

di Matteo Marino
18 febbraio 2017

Come saprete il documentario “David Lynch: The Art life” uscirà questo lunedì nei cinema italiani con proiezioni evento (occhio alla data che può variare da città a città: l’elenco completo di sale e date lo trovate subito dopo la recensione).

In collaborazione con Wanted Cinema, i lettori di davidlynch.it potranno vedere il documentario a prezzo ridotto stampando il voucher che trovate a questo link o in fondo all’articolo (NB: aderiscono tutte le sale tranne il Cinema Rosebud di Reggio Emilia).
Sono molto felice di questa iniziativa, anche perché, per gli appassionati di Lynch, il documentario è da non perdere. L’ho visto e vi racconto perché.

Diretto da Rick Barnes, Jon Nguyen, Olivia Neergaard-Holm, presentato alla Mostra del cinema di Venezia l’anno scorso, “David Lynch: The Art Life” è quello che il titolo promette: un’immersione nella “vita dell’arte” del regista americano.
Prima di tutto perché riprende Lynch al lavoro nel suo studio sulle colline di Hollywood. La parola “studio” fa venire in mente un ambiente asettico e chiuso, ma qui è il contrario: in quegli ambienti (sono almeno tre in realtà, non uno solo) Lynch vive (tra l’altro sono attaccati alla sua abitazione), ci vive tutti i giorni (è questa l’impressione che abbiamo), ci vive la sua arte (di pittore, soprattutto), costantemente impegnato a fare qualcosa. È come essere invitati a casa sua (la sua casa artistica) e avere la possibilità di stargli accanto mentre dipinge, modella, crea. Per chi ama il suo mondo, è un dietro le quinte prezioso, perché mostra la creatività non in maniera astratta ma come lavoro quotidiano, passione coltivata, impegno anche fisico. Continue reading

Poems Between Two Worlds - A Symphony of Words for David Lynch from Andrea Abbatista

Tributo italiano a David Lynch: «Poems Between Two Worlds» di Andrea Abbatista ci riporta nella Loggia Nera (VIDEO)

di Matteo Marino
video diretto e interpretato da Andrea Abbatista (in inglese con sottotitoli in italiano)
23 dicembre 2016
english version here

Andrea Abbatista è un attore italiano e un lynchiano doc. Ha esordito a teatro nel ruolo del Dottor Treves di The Elephant Man e ora sta scrivendo uno spettacolo su Orson Welles. Il suo video-omaggio a Twin Peaks is really something, per dirla alla Dale Cooper.
Ho l’onore di presentarvi in anteprima assoluta il Poeta Perduto. Ha una sinfonia di parole per noi, come recita il suggestivo sottotitolo. Mettetevi comodi (ma non troppo) e fate partire il video (sub ita opzionabili). A seguire, intervista con Andrea, che ci parla tra le altre cose di com’è nato e si è sviluppato questo progetto.
Siete pronti a tornare nella Loggia Nera?

Poems Between Two Worlds – A Symphony of Words for David Lynch from Andrea Abbatista on Vimeo.

Ciao, Andrea! Presentati ai lettori di davidlynch.it.
Prima di tutto, voglio ringraziarti per la rara opportunità di raccontarmi che mi stai donando. Mi chiamo Andrea Abbatista, sono un attore di Milano, che ogni tanto si dedica alla regia, mio primo grande amore.
Continue reading

Poems Between Two Worlds - A Symphony of Words for David Lynch from Andrea Abbatista

A tribute to David Lynch: «Poems Between Two Worlds» of the italian actor Andrea Abbatista is really something! (VIDEO)

by Matteo Marino
video by Andrea Abbatista
December 23, 2016
italian version here

Andrea Abbatista is an Italian actor and director, and a Lynchian DOC. He made his debut on stage in the role of Dr. Treves in The Elephant Man and is now writing a play about Orson Welles. His video-tribute to Twin Peaks is really something!, to put it as Dale Cooper.
I have the honor to present a very first preview of the Lost Poet. He has a symphony of words for us, as stated in the suggestive subtitle. Make yourself comfortable (but not too much) and start the video. Coming up, an interview with Andrea, who speaks among other things, about how this project was born and developed. Are you ready to get back into the Black Lodge?

Poems Between Two Worlds – A Symphony of Words for David Lynch from Andrea Abbatista on Vimeo.

Hi Andrea! Introduce yourself to the readers of davidlynch.it. [Who are you? What do you do? What are your past and future projects?]
First of all, I want to thank you for the rare opportunity you’re giving me.
My name is Andrea Abbatista, I’m an actor from Milan, who occasionally dedicates to directing, my very first big love.
Continue reading

chrysta_bell_wallpaper_by_elias_tahan_couch

Intervista esclusiva a Chrysta Bell, da Napoli a Twin Peaks

di Matteo Marino
15 dicembre 2016
english version here

Chrysta Bell è il suo nome d’arte ma anche il suo nome di battesimo, tutto insieme (non solo Chrysta, dunque). La sua apparizione di tre secondi nel dietro le quinte del nuovo Twin Peaks ci ha incantato: è sua la voce del Polish Poem di INLAND EMPIRE, e da allora è la nuova musa musicale di David Lynch. Dalla loro collaborazione è nato l’album This Train e il nuovo EP dal titolo Somewhere in the Nowhere. Il suo ruolo in Twin Peaks è ancora un mistero (come quello di tutti gli altri attori coinvolti, ovviamente) e da poco ha tenuto un concerto da sogno a Napoli. Per l’occasione abbiamo avuto l’opportunità di intervistarla per conoscere meglio il suo mondo e farci un’idea di com’è lavorare insieme a David Lynch.

Ciao, Chrysta Bell! Quando ho aperto questo sito, il primo articolo che ho pubblicato (intitolato “Non guardare la tv da troppo vicino”) raccontava del mio primo incontro con l’arte di David Lynch, il momento preciso in cui mi sono innamorato del suo mondo. Ho invitato i lettori a condividere nei commenti la loro “prima volta”. Ne è scaturita una magnifica collezione di storie e sensazioni. Perciò la mia prima domanda è questa: quando hai incontrato per la prima volta David Lynch, non l’uomo, ma l’opera? E come ti ha fatto sentire?
Il mio primo incontro con l’opera di David Lynch risale all’originale messa in onda di Twin Peaks, e anche se ero troppo giovane per cogliere le sfumature e percepire la raffinata complessità della serie, sono rimasta ammaliata dal modo in cui la musica e le immagini concorrevano a produrre una sorta di agitazione nel mio piccolo corpo. Venni catturata fin dalle prime battute della sigla. È stata come la rivelazione di quello che musica e immagini possono fare al di là del semplice intrattenimento, la rivelazione del loro potere.

C’è un video molto toccante (negli extra del “Twin Peaks Definitive Gold Box Edition”) in cui Angelo Badalamenti spiega la genesi del tema di Laura, con Lynch che stava al suo fianco e gli descriveva determinate sensazioni che Angelo traduceva subito in musica. Credo che ogni brano abbia origini differenti, ma potresti raccontarci qualcosa del modo in cui tu e Lynch scrivete canzoni insieme? In che modo i vostri mondi si incontrano? Continue reading

chrysta_bell_wallpaper_by_elias_tahan_couch

Exclusive Interview with Chrysta Bell, from Naples to Twin Peaks

by Matteo Marino
DECEMBER 15, 2016
italian version here

Chrysta Bell is her first name and full professional moniker. We saw her for a second in the first Twin Peaks behind-the-scenes featurette, and she charmed us. Since INLAND EMPIRE‘s Polish Poem,  she is David Lynch’s musical muse. Their collaboration gave us the critically acclaimed album This Train in 2011 and now an EP of new material, Somewhere in the Nowhere. Her role in the highly anticipated new Twin Peaks series on Showtime is still a mystery (as everybody’s role) and her gig at Naples in October was too dreamy.

Ciao, Chrysta! The first article of davidlynch.it (entitled “Do not sit too close to the TV”) was about my first encounter with the work of David Lynch, the precise moment when I fell in love with his world. I invited readers to tell me about their own “first moment” and now there is an amazing collection of their stories and feelings. So, first of all, I ask you: how did you meet David Lynch’s work for the first time? How did you feel about it?
My first encounter with David’s work was through the original airing of Twin Peaks, and though I was too young to catch the nuances and perceive the sophistication of the show, I was enthralled with the way the music and the imagery conspired to create a stirring inside of my little body. I was hooked from the first few measures of the music with the opening imagery of the show. It was an awakening of sorts to the power of what imagery and music can do beyond simply entertain.

In a very touching video (in “Twin Peaks Definitive Gold Box Edition”) Angelo Badalamenti describes the way Laura’s Theme took life. On one side there was Lynch describing his feelings to Angelo, and Angelo at the piano translated them into music. Every song has different origins, I guess, but could you please tell us how you work with Lynch? How your worlds collide?
Continue reading

Twin Peaks, il primo dietro le quinte

Twin Peaks 2017: il primo dietro le quinte ufficiale (sottotitolato in italiano)

di Matteo Marino in collaborazione con Mario De Filippo
19 ottobre 2016

La prima sbirciata ufficiale dietro le tende rosse ce la fa fare la pagina youtube di Twin Peaks con un video targato Showtime.
Io e Mario De Filippo di Twin Peaks Italian Gazette l’abbiamo sottotitolato per voi (se i sottotitoli non si attivano automaticamente, cliccate sull’icona corrispondente in basso nel player).
Continue reading

playinglynch-rivelato-650

John Malkovich reinterpreta i personaggi di Lynch (da Elephant Man alla Signora Ceppo)

di Matteo Marino
27 settembre 2016

Tutto è cominciato una settimana fa. All’improvviso Lynch lancia su twitter questo messaggio:

Ossia: “Sarà come nei film. Fare finta di essere qualcun altro”.
Che poi è una citazione da Mulholland Drive.

mulholland-drive-pretending-to-be

Cliccando sul link, si finiva sul sito www.playinglynch.com, dove ci aspettava un countdown. Sullo sfondo, una silhouette di Lynch, intento ad accendersi una sigaretta. Ma a guardar bene non era lui. Andando oltre l’inconfondibile ciuffo, era chiaro che si trattava di un doppelgänger. Qualcuno stava giocando a interpretare Lynch (playing significa sia giocare sia recitare).
Contemporaneamente, spuntavano fuori tutta una serie di micrositi legati al mondo di Lynch (Double R Diner, Merrick’s Bandage Supply, Margaret Lanterman’s Oils, The Lost Highway Hotel, The Slow Club), che rinviavano invariabilmente al conto alla rovescia.
Una debolezza del sistema, poche ore dopo, accorcia di molto le ore di attesa. Per alcuni minuti il contenuto nascosto del sito diventa visibile. Poi il mistero viene ripristinato.
E ora è ufficialmente svelato. Continue reading

MP - 4

‘Twin Peaks: The Missing Pieces’ – Guida alla visione (4 di 6)

di Matteo Marino
18 luglio 2016

Benvenuti alla tanto attesa, richiesta, pazientemente sperata (bontà vostra) quarta parte della mia personale guida alle scene inedite ed estese di Fuoco cammina con me.
Visto che è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che abbiamo provato a incastrare tutti i pezzi del puzzle, potrebbe andarvi di rinfrescare la memoria con le prime tre puntate, che trovate qui e qui e qui. O magari siete nuovi fan, perciò bene arrivati dietro la tenda rossa: a maggior ragione, date un’occhiata alle puntate precedenti.

Detto questo, per procedere nella lettura – oltre ad aver visto Twin Peaks e Fuoco cammina con me perché qui è pieno di SPOILER - vi basti sapere tre cose:
1. in corsivo sono riassunte e commentate le scene del film così come è uscito nel 1992;
2. in rosso sono tradotte e commentate le differenze con lo script originale;
3. i Missing Pieces sono indicati e commentati con numero e titolo (così come sono presentati nel Blu-ray) e inseriti nella loro giusta collocazione rispetto al film.

Let’s rock! Continue reading

Mix Peaks - cover

Mix Peaks: i migliori tributi alla colonna sonora

di Matteo Marino
feat. Bob Sinisi e Mario De Filippo
English version here
8 luglio 2016

Con questa frase penso di rappresentare all’unanimità il pensiero di ogni lynchiano sulla faccia della terra: Angelo Badalamenti ha composto per la nostra amata serie tv un capolavoro, una colonna sonora epocale che ci dà il benvenuto a Twin Peaks ogni volta che ne ascoltiamo appena due note. Il mistero, l’orrore, la naïveté, l’ironia, il romanticismo, la paura, la sospensione… tutti gli elementi che troviamo nella storia e nelle immagini di Lynch e Frost hanno il loro perfetto doppio nella musica elegante e sentita, oscura e luminosa di Badalamenti, e insieme formano quell’atmosfera che ha reso unico questo pezzo di storia della televisione.

Sono passati 25 anni: 25 anni in cui la colonna sonora non se ne è stata lì buona e inerte ma, come succede con tutti i capolavori, è stata di ispirazione per molti artisti. Saccheggiata, citata, trasformata, ha dato vita a innumerevoli omaggi, cover, campionamenti, mash-up, dalla sigla al tema di Laura, da Falling a Into the Night, con contaminazioni di tutti i generi.

Dopo il post di grande successo con tutte le cover di Sycamore Trees che ho pubblicato l’anno scorso, da un po’ desideravo fare una cosa del genere con le cover della sigla. Nel frattempo Bob Sinisi ha avuto un’idea simile, ma migliore, e parlandone abbiamo pensato di allargare il raggio e di raccogliere i migliori tributi ai temi principali della colonna sonora in un mixtape da presentare qui su davidlynch.it e sulla sua Coumbeat Radio, che oltre a trasmettere fantastici live set già ci aveva deliziato con altri lynchtown tapes dedicati al Maestro Badalamenti (potete ascoltarli quando volete in podcast). Sono orgoglioso di questa collaborazione. Continue reading

Mix Peaks - cover

Mix Peaks: Tributes to the original soundtrack

by Matteo Marino
feat. Bob Sinisi and Mario De Filippo
English version by Mario De Filippo
Italian version here
Jul 8, 2016

I think this statement represents every David Lynch’s fan on earth: Angelo Badalamenti composed for our beloved TV Series a real masterpiece, a soundtrack that welcomes us to Twin Peaks every time we hear a single note. Mystery, horror, irony, fear, romanticism, suspense. All these elements we found in the images and words of David Lynch and Mark Frost are perfectly pictured in that music so elegant, heartfelt, sometimes so dark and sometimes full of light. The perfect companion, music and images created that fantastic atmosphere which went down in history.

25 years have passed, during this long time the music of Twin Peaks it wasn’t still and forgotten, like every masterpiece, influenced and inspired multitudes of artists, giving birth to hundreds of covers and homages. From “Falling” to “Laura’s Theme”, we could find a touch of Badalamenti in many different musical styles.

Following our focus about the covers of “Sycamore Trees”, we’re back with a “Main Theme” inspired playlist. I wanted to do this since a long time, merging ideas with Bob Sinisi we picked our favourite tributes and created a mixtape, released on davidlynch.it and Coumbeat Radio. Bob’s radio station on spreaker is currently airing great music and he has already paid tribute to the Maestro with “Badalamenti Tapes”, an intense playlist about his wonderful career. Continue reading

Bonnie Aarons in Mulholland Drive e The Conjuring

Bonnie Aarons: dallo spaventoso barbone di Mulholland Drive alla spaventosa suora di The Conjuring

di Matteo Marino
30 giugno 2016
bonnie-aarons-at-the-conjuring-2-(2016)«Tutto il film doveva sembrare spaventoso, anche quando c’è il sole, che è il momento in cui ti senti al sicuro. Ma la paura non si prende una pausa. Così la scena dell’apparizione della suora malefica è ambientata di giorno… Mi sono ispirato al mio regista preferito, il più grande regista che riesce a spaventarti anche se non fa horror: David Lynch». Parola di James Wan, il regista che ha fatto entrare nell’immaginario collettivo Jigsaw con la saga di Saw – L’Enigmista, ha diretto altri grandi successi horror come Insidious 1 e 2 e The Conjuring – L’Evocazione, si è  preso una pausa dal genere con Fast & Furious 7 e ora, prima di dedicarsi all’Aquaman della DC, è al cinema con l’atteso seguito del film del 2013, The Conjuring – Il caso Enfield.

Bonnie-A-as-Bum-with-David-LynchNon è certo un caso, vista la dichiarazione di Wan, che la suora malefica in questione sia Bonnie Aarons, vale a dire l’attrice che ha interpretato il senzatetto (o meglio, la senzatetto) che spaventa a morte il tizio con le sopracciglia strane dietro il Winkie’s in Mulholland Drive. Beh, a dire il vero non ha spaventato solo il tizio dietro il Winkie’s ma ha fatto prendere un colpo a tutti gli spettatori, dal momento che si tratta di una delle scene più terrificanti del cinema di Lynch.

Molti di voi già sapranno tutto di come fu girata quella scena, ma visto che qui questa storia non l’ho mai raccontata, approfitto spudoratamente di questa occasione per proporvi l’interessantissima intervista alla Aarons che uscì due anni fa su vulture (chi prima di quell’articolo si era accorto che il barbone era una donna alzi la mano); interessantissima perché rivela curiosità e dietro le quinte di una scena cult e ci fa dare uno sguardo al modo di lavorare di Lynch con gli attori… Continue reading

Have you seen this Tim Roth in Twin Peaks?

Guida fotografica ragionata al cast ufficiale del nuovo Twin Peaks (O-R)

di Matteo Marino
27 giugno 2016

Continua nome per nome, in ordine alfabetico, la galleria fotografica di tutto il cast ufficiale del nuovo Twin Peaks, completa di un mini who’s who e di commenti  e curiosità (no spoiler). Non perdetevi i video in fondo all’articolo… ma non andate subito a sbirciare!

N.B. Non si sa ancora niente dei ruoli che gli attori andranno a ricoprire (il fotomontaggetto è per giocare, eh).

Conosciamo (o riconosciamo) gli attori dalla O alla R. Continue reading

Festival of Disruption curated by David Lynch

David Lynch presenta il suo “Festival of Disruption” (Los Angeles, 8-9 ottobre)

di Matteo Marino
22 giugno 2016

“La vita è il festival dell’interruzione” disse una volta Maharishi Mahesh Yogi, il fondatore della meditazione trascendentale. Ispirandosi a questa frase, David Lynch curerà il primo Festival of Disruption, che si terrà l’8 e il 9 ottobre all’Ace Hotel di Los Angeles (che già è stato teatro nel 2015 del concerto di musiche e cover tratte dalle opere di Lynch finite in un vinile e in un libro con CD appena uscito).

I biglietti si possono acquistare QUI. È possibile anche alloggiare direttamente nell’hotel con una convenzione riservata ai partecipanti. Il ricavato dalla vendita dei biglietti sarà devoluto alla David Lynch Foundation.

Ecco il teaser del festival… Continue reading

Flesh World

Guida fotografica ragionata al cast ufficiale del nuovo Twin Peaks (L-N)

di Matteo Marino
6 giugno 2016

Continua nome per nome, in ordine alfabetico, la galleria fotografica di tutto il cast ufficiale del nuovo Twin Peaks, completa di un mini who’s who e di commenti (no spoiler).
Conosciamo (o riconosciamo) gli attori dalla L alla N.

P.S. E che ne pensate del “nuovo” numero di Flesh World?

Per vedere la Guida fotografica ragionata del cast dalla A alla C clicca qui.
Per vedere la Guida fotografica ragionata del cast dalla D alla F clicca qui.
Per vedere la Guida fotografica ragionata del cast dalla G alla K clicca qui.

NICOLE LALIBERTE. Modella dai capelli rossi fiammanti (la ricordiamo per esempio nel  calendario Lavazza fotografata da David LaChapelle), si dedica alla recitazione e compare sia in tv (è Lulu in How to Make It in America, Arlene Schram in tre episodi di Dexter) che al cinema (A cena con un cretino, Girls Against Boys, Il mondo di Arthur Newman). Nel film Fractured del 2013 c'è una sua lunga scena mentre fuma che su youtube si trova sotto il titolo "Nicole La Liberte the best smoking performance" (cliccate sull'immagine e potete godervela). Mi piace immaginare che Lynch ne possa essere rimasto affascinato

NICOLE LALIBERTE. Modella dai capelli rossi fiammanti (la ricordiamo per esempio nel calendario Lavazza, fotografata da David LaChapelle), si dedica alla recitazione e compare sia in tv (è Lulu in How to Make It in America, Arlene Schram in tre episodi di Dexter) sia al cinema (A cena con un cretino, Girls Against Boys, Il mondo di Arthur Newman). Nel film Fractured del 2013 c’è una sua lunga scena mentre fuma che su youtube si trova sotto il titolo “Nicole La Liberte the best smoking performance” (cliccate sull’immagine e potete godervela). Mi piace immaginare che Lynch possa esserne rimasto affascinato

JAY LARSON. Stand up comedian (The Late Late Show, Comedy Central), è stato co-conduttore di Best Bars in America for di Esquire Network. Nel 2015 ha debuttato al cinema nel thriller The Invitation, e pare che questo ruolo l'abbia mostrato sotto una nuova luce, che dovrebbe dare i suoi frutti proprio in Twin Peaks 

JAY LARSON. Stand up comedian (The Late Late Show, Comedy Central), è stato co-conduttore di Best Bars in America di Esquire Network. Nel 2015 ha debuttato al cinema con una parte nel thriller The Invitation, e pare che questo l’abbia mostrato sotto una nuova luce, che potrebbe dare i suoi frutti proprio in Twin Peaks

SHERYL LEE. Ce l'aveva promesso: «Ci rivedremo tra venticinque anni». Non poteva non esserci. Pare che sia proprio a partire da questa frase che Mark Frost e David Lynch abbiano cominciato a pensare alla terza stagione. Brividi. Se per problemi produttivi noi la vedremo un anno dopo, sono pronto a scommettere che sarà ambientata cronologicamente a 25 anni esatti di distanza... e lei e Cooper si sono già incontrati. La promessa è stata mantenuta

SHERYL LEE. Ce l’aveva promesso: «Ci rivedremo tra venticinque anni». Sheryl Lee/Laura Palmer/Madeleine Ferguson non poteva non esserci (in in vecchio ruolo o in uno nuovo?). Pare che sia proprio a partire da questa mitica frase, pronunciata da Laura nella Loggia nell’ultimo episodio di Twin Peaks, che Mark Frost e David Lynch abbiano cominciato a pensare alla trama della terza stagione. Brividi. Se per traversie produttive noi spettatori la vedremo un anno dopo (prenditi tutto il tempo che ti serve, David – questa è la mia opinione), la serie è ambientata a 25 anni esatti di distanza da quella frase… e comunque lei e Cooper si sono già incontrati. La promessa è stata mantenuta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continue reading

MArk Frost legge

Mark Frost legge un’anteprima di ‘The Secret History of Twin Peaks’ (video sub ita)

di Matteo Marino
20 maggio 2016

Siamo tutti con il fiato sospeso in attesa del libro di Mark Frost che ci racconterà cosa è successo a Twin Peaks in questi ultimi 25 anni (e forse anche prima). ‘The Secret History of Twin Peaks’ uscirà il 18 ottobre 2016 (anche in versione audiobook), il pre-order su amazon è iniziato, non si sa ancora una data certa per l’edizione italiana (a occuparsene è la Mondadori).

Intanto Mark Frost ha regalato una piccola e intensa anteprima, leggendo un estratto che riguarda la Signora Ceppo al Valley Museum di Ojai, la città in cui vive. Sappiamo che il libro avrà una composizione particolare: sarà un dossier su Twin Peaks messo insieme da una persona misteriosa (la cui identità, ci dice Mark Frost stesso, si scoprirà solo alla fine). Il co-creatore della serie (anche sceneggiatore con Lynch di tutta la terza stagione) ha scelto di leggere al pubblico una pagina verso la fine del libro, il momento in cui Margaret Lanterman, l’amatissima Signora Ceppo, prende la parola al funerale del suo amico Robert,  in riva al lago, dove verranno sparse le sue ceneri… Continue reading

Blog-Cast NEw Twin PEaks New Mysteries

Guida fotografica ragionata al cast ufficiale del nuovo Twin Peaks (G-K)

di Matteo Marino
16 maggio 2016

Stefano, il mio mitologo personale, ormai chiama questa serie di articoli “Il mio primo dizionario del cast di Twin Peaks 2017″: praticamente da un po’ di tempo a questa parte non faccio che scrivere dizionari!

In effetti ecco, nome per nome, in ordine alfabetico, come in un dizionario, la galleria fotografica di tutto il cast ufficiale del nuovo Twin Peaks, completa di un mini who’s who (dove a volte scopro strani collegamenti lynchiani nelle carriere degli attori coinvolti). Conosciamo (o riconosciamo) gli attori dalla G alla K. Continue reading

MAP d-e

Guida fotografica ragionata al cast ufficiale del nuovo Twin Peaks (D-F)

di Matteo Marino
2 maggio 2016

217 attori per Twin Peaks 2017. Sarà un caso? Pensando a Lynch, probabilmente no.
Ed eccoli qui, grandi star, caratteristi, membri storici del cast, nuove leve, tutti sullo stesso piano come non era mai successo prima, per la decisione di rilasciare ufficialmente la lista in rigoroso ordine alfabetico, senza indicazione del ruolo.

Il mistero è stato svelato, il mistero continua.
E continuiamo anche noi, nome per nome, in ordine alfabetico, la galleria fotografica di tutto il cast ufficiale del nuovo Twin Peaks, completa di un mini who’s who. Si prosegue con gli attori dalla D alla F. Continue reading

CAST A-C

Guida fotografica ragionata al cast ufficiale del nuovo Twin Peaks (A-C)

di Matteo Marino
26 aprile 2016

Ecco, nome per nome, in ordine alfabetico, la galleria fotografica di tutto il cast ufficiale del nuovo Twin Peaks, completa di un mini who’s who. Cominciamo con gli attori dalla A alla C (sono tantissimi, 217!). La maggior parte dei ruoli sono ancora un mistero (e qui non ci saranno spoiler in questo senso) e non ci è dato in alcun modo sapere quanti di questi attori avranno una parte di primo piano e quanti siano stati impiegati in parti secondarie.

Intanto conosciamo (o riconosciamo) i 217 volti della serie tv più attesa degli ultimi 25 anni, senza che vi impazzite con “Cerca con Google”. Continue reading