John Malkovich reinterpreta i personaggi di Lynch (da Elephant Man alla Signora Ceppo)

di Matteo Marino
27 settembre 2016

Tutto è cominciato una settimana fa. All’improvviso Lynch lancia su twitter questo messaggio:

Ossia: “Sarà come nei film. Fare finta di essere qualcun altro”.
Che poi è una citazione da Mulholland Drive.

mulholland-drive-pretending-to-be

Cliccando sul link, si finiva sul sito www.playinglynch.com, dove ci aspettava un countdown. Sullo sfondo, una silhouette di Lynch, intento ad accendersi una sigaretta. Ma a guardar bene non era lui. Andando oltre l’inconfondibile ciuffo, era chiaro che si trattava di un doppelgänger. Qualcuno stava giocando a interpretare Lynch (playing significa sia giocare sia recitare).
Contemporaneamente, spuntavano fuori tutta una serie di micrositi legati al mondo di Lynch (Double R Diner, Merrick’s Bandage Supply, Margaret Lanterman’s Oils, The Lost Highway Hotel, The Slow Club), che rinviavano invariabilmente al conto alla rovescia.
Una debolezza del sistema, poche ore dopo, accorcia di molto le ore di attesa. Per alcuni minuti il contenuto nascosto del sito diventa visibile. Poi il mistero viene ripristinato.
E ora è ufficialmente svelato.

Allo scadere del countdown, la silhouette si anima rivelando che a vestire i panni di Lynch è John Malkovich, che ci invita ad andare più a fondo. Possiamo scorrere una galleria di immagini in cui l’attore è abbigliato e truccato come 7 personaggi cult di Lynch (John Merrick, Henry Spencer, Lady in the Radiator, Mystery Man, Frank Booth, Dale Cooper e… la Signora Ceppo!). Sono fotogrammi presi dal “film” di 20 minuti Psychogenic Fugue (diretto, attenzione, non da Lynch, che compare come “collaboratore”, ma da Sandro Miller), in cui Malkovich reinterpreta alcune famose scene tratte da The Elephant Man, Eraserhead, Strade Perdute, Velluto blu, Twin Peaks (curiosamente manca proprio Mulholland Drive).
Non possiamo vedere il film direttamente. Ce ne viene proposta un’anteprima (la clip in cui Malkovich interpreta Dale Cooper) e poi, facendo una donazione alla David Lynch Foundation, è possibile scaricare solo l’album The Music of David Lynch (5 dollari), l’album + Psychogenic Fugue (10 dollari), l’album + il film + delle stampe (25 dollari, ma attenzione, la spedizione è solo per gli Stati Uniti).

john-malkovich-dale-cooper

Playinglynch dunque non è un arg (un alternate reality game, come molti speravano), né un contenuto gratuito, ma un’iniziativa benefica per raccogliere fondi per la David Lynch Foundation allo scopo di diffondere la Meditazione Trascendentale. Alcuni alzeranno il sopracciglio per quest’iniziativa (soprattutto per il fatto che i video non sono free), ma vedere John Malkovich rifare la Signora Ceppo o Frank Booth è un’esperienza, e l’album (che era già uscito in LP e come allegato al libro Beyond the Beyond: Music From The Films of David Lynch) è molto bello. Perciò io ho pagato l’obolo e mi sono divertito, e ora scrivo con un sottofondo musicale 100% lynchiano. Se volete dare un ulteriore sguardo, ecco il trailer:

Playing Lynch: Official trailer to Psychogenic Fugue from Squarespace on Vimeo.

playing6Lynch ha sempre sperimentato molto sul web. Ricordiamo i cartoni animati in flash o la serie The Rabbits su davidlynch.com. Quest’ultima serie è poi confluita in INLAND EMPIRE, che a sua volta è l’espansione di un monologo di Laura Dern scritto da Lynch e girato originariamente per finire sul sito, ma talmente buono che fece venire voglia al regista e all’attrice di tirarci fuori un film, l’ultima impresa di ampio respiro di Lynch negli ultimi dieci anni. (È Lynch stesso a raccontare questo aneddoto nel libro In acque profonde, ma non rivela a quale parte di INLAND EMPIRE si riferisca).
Ora, dopo ore e ore di girato della terza stagione di Twin Peaks, in attesa di poter vedere un trailer, una foto, qualcosa (di ufficiale), David dà il benepalcito a questo divertissement con John Malkovich che ripercorre la sua carriera.
L’impressione è che si sia divertito molto a tornare a Twin Peaks e a reincontrare gli attori di (quasi) tutti i suoi film mentre girava (qui l’enorme cast della serie spiegato nome per nome).
L’impressione è che gli sia tornata forte la voglia di giocare.
Per il momento si è limitato a prestare i suoi giocattoli a qualcun altro.
Per giocare direttamente con lui dobbiamo aspettare ancora un po’.

Fonte: http://www.playinglynch.com/

Share Button

Se ti è piaciuto leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *